testata

Aratri



L’obiettivo delle lavorazioni agricole è di aumentare la fertilità fisica del terreno, che si ottiene ripristinando un equilibrato rapporto tra porosità e matrice solida del suolo stesso.
Idealmente un terreno equilibrato dovrebbe essere composto da un volume di materiale solido e da un volume di acqua e aria in proporzione ottimale del 50%. Il grado di porosità è determinato dal volume dell’acqua, dell’aria e dalle dimensioni delle particelle del terreno, che si aggregano tra loro.
Il terreno allo stato naturale ha caratteristiche di stabilità e autoregolazione che mantengono elevata la fertilità fisica: oggi si parla spesso di tecniche di lavorazione “conservative” per raggiungere tali caratteristiche. L’adozione di tali tecniche è volta alla riduzione della profondità delle lavorazioni, all’uso di attrezzi scarificatori in sostituzione dell’aratro e all’utilizzo di minime lavorazioni o semine dirette.
L’influenza delle diverse lavorazioni del terreno deve essere comunque valutata in considerazione dell’intero arco di rotazione agraria.
Spesso l’utilizzo dell’aratro non può essere escluso a priori; infatti i terreni argillosi tipici di molti territori in autunno si presentano destrutturati e compattati a causa delle lavorazioni colturali con mezzi pesanti.
Inoltre i residui colturali abbondanti rendono indispensabile l’interramento degli stessi praticabile con l’uso dell’aratro.

Gamma Mipe Viviani:
Aratri per trattori con potenza da 50 a 280 hp
Aratri reversibili entro e fuorisolco, da 1 a 8 corpi
Aratri portati in linea da 1 a 4 corpi
Aratri semiportati in linea da tre a 4 corpi






Mipe Viviani srl - Strada Prov.le Colligiana 12 - 53035 Monteriggioni                                                                                  ©2020 Mipe Viviani srl |                                                                                 Legal Policy | Disclaimer |                                                                                 Tel. +39 0577 304069    Fax +39 0577 304070